Il museo della Radio sbarca sul web

Abbiamo sempre parlato di radio nel senso più attuale del termine ma anch'essa ha la sua storia, che da oggi potrà essere visibile senza spostarvi da casa. Infatti, i migliori pezzi della storia delle comunicazioni, facenti parte del Museo della Radio e della Televisione Rai di Torino si trovano alla semplice portata di un click al sito www.museoradiotv.rai.it.

(Il Fonografo a Cilindro inventato da Edison nel 1877)


Un vero e proprio Museo on-line dunque, all'interno del quale è possibile trovare una collezione comprendente circa 1200 cimeli, materiali e apparati tecnico-professionali e di uso domestico. Tra gli oggetti esposti potrete riscoprire il fonografo a cilindro di Edison, il microfono ad acqua, il registratore a nastro di acciaio tipo Lorenz del 1935, il primo microfono della radiofonia italiana e le radio anni ’30 . [continua]  
Tra le curiosità si può ritrovare l’apparecchio utilizzato per riprodurre il caratteristico “cinguettio” che per anni ha contraddistinto le trasmissioni radiofoniche ed inoltre nella sezione “come funziona” si trovano alcuni video che svelano il funzionamento di apparecchiature come il registratore magnetico.
All’interno del sito e’ presente anche un link con la Bibliomediateca Rai di Torino, che offre un servizio di consultazione dell’archivio contenuto nel Catalogo Multimediale di Rai Teche, con oltre un milione e mezzo di ore di programmi radio e tv, oltre a 40 mila foto, 10 mila spot e migliaia di manifesti pubblicitari, tutti digitalizzati. Da domani anche per i più pigri o per coloro che sono allergici alla lettura di mattoni etimologici sull'argomento, tutto diventa più fruibile e veloce, linea adsl permettendo.
Qualcuno di voi è già andato a visitarlo?

Articolo di Catia Demonte

Nessun commento:

Posta un commento

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.