Radio Fly Web, prima web radio sindacale: Radiospeaker intervista la direttrice Antonella Amerini

Radiospeaker incontra Antonella Amerini, direttrice e speaker di RadioFlyWeb.it, la prima web radio sindacale.

Partiamo con la domanda più importante. Cos'è RadioFlyWeb e quali sono i suoi obiettivi?RadioFlyWeb.it nasce da un progetto promosso dal sindacato Clsl Emilia Romagna e la FIstel Cisl nazionale (Federazione Informazione, Spettacolo e telecomunicazione). L’idea è “Dare voce a chi non ha voce”. L’intenzione è quella di permettere a tutti di far conoscere la propria musica, infatti trasmettiamo solo musica che non potremmo mai ascoltare sui canali tradizionali. Inoltre, dato che oggi la voce ce l’ha solo chi grida più forte, il nostro intento è, invece, quello di  offrire a tutti la possibilità di dire ciò che pensano sul mondo sociale, sindacale, dare spazio alla voce della pacatezza...continua
 Cosa distingue RadioFlyweb dalle altre web radio tradizionali?Premesso che la radio è libera, in particolare con l’avvento delle Frequenze Medie si è avuta la possibilità di stare molto più vicino alla gente. Se negli anni ’80 le radio private libere costituirono per l’epoca una svolta, oggi lo stesso si può dire con l’avvento del web e la conseguente la possibilità di intercettare un gran numero di persone che, non seguono più i media tradizionali (televisione e radio), in cui non hanno la possibilità di esprimersi, hanno voglia di esporre il proprio pensiero e trovano nel web il mezzo più adatto.  [continua]
Adesso passiamo ad Antonella Amerini speaker radiofonica: quando è iniziata la sua carriera in radio?
La mia avventura in radio è iniziata per passione alla fine degli anni ’70, quando ero ancora una studentessa. Il primo programma radiofonico l’ho condotto su Radio Media Libera. Poi la passione è diventata professione negli anni’80. In questi anni sono stata assunta da Rete 4, quando era ancora di Mondadori, attualmente  sono  ancora una dipendente Mediaset, dal 2000 “in prestito al sindacato”. Delle prime esperienze radiofoniche ricordo con piacere le avventure in IDEA RADIO e RADIO SFERA REGIONE, entrambe radio private di Bologna anni ’80.
Secondo lei, qual è il futuro della radio?Avendo puntato sul progetto web, noi pensiamo e crediamo che la radio web sia il futuro. In generale la radio, oggi, ha un ruolo fondamentale. In un momento in cui le persone sono sempre più affaccendante nel loro quotidiano sia molto più facile ascoltare un messaggio audio rispetto ad un messaggio video.
Dopo l’avventura di RadioFlyweb cosa ha in programma di fare?Il Presidente della Repubblica (ride).  

Intervista a cura di Giuseppe Opromolla


1 commento:

  1. E' un'iniziativa interessante e da' l idea di libertà che molti network invece non danno. Bravi!
    Nino

    RispondiElimina

Nota. Solo i membri di questo blog possono postare un commento.